martedì 28 agosto 2012

Martin Mystère: L'epidemia dei suicidi

Il bravo Giovanni Romanini, ex collega di Magnus, ha terminato le 154 pagine del mio prima Martin Mystère. Il titolo provvisorio dovrebbe essere: L'epidemia dei suicidi. Non so ancora la data di uscita, ma presumo non prima del 2013. E' stato divertente scrivere questa storia, specie per le varie digressioni storiche che ci sono nello sviluppo della trama, e che mi hanno permesso, finalmente, di trattare l'assedio di Vienna ad opera dei turchi nel 1683, una delle battaglie più affascinanti degli ultimi secoli. Recentemente sono usciti un paio di libri in italiano sull'argomento, che consiglio vivamente: L'assedio di Vienna, Stoye John, cur. Ivetíc E., 2009, Il Mulino; Il turco a Vienna. Storia del grande assedio del 1683 Cardini Franco, 2011, Laterza.


venerdì 17 agosto 2012

venerdì 10 agosto 2012

DYLAN DOG COLOR FEST N. 9 !

Il mio esordio sull'indagatore del'incubo, con una storia scritta a quattro mani con Maurizio Mantero, mio amico e maestro, e disegnata dal grande Freghieri. Purtroppo la storia originale non è stata accettata, ed è stata parecchio modificata in redazione. La stessa cosa è accaduta in sede di sceneggiatura. Risultato: una storia un po' loffia, lontanissima dalla nostra proposta. E' vero, la versione originale prevedeva una stesura leggermente fuori dalla solita struttura di dylan, ma in una collana fuori serie forse non ci stava così male.

Ecco le prime tre pagine di sceneggiatura, nella versione finale.


DYLAN DOG

La tomba di ghiaccio
Soggetto di Maurizio Mantero
Sceneggiatura di Marco Belli


TAVOLA 1


1/2/3/4/5/6/ (Inizio Flash-back. Panoramica. Un paesaggio congelato sotto un cielo plumbeo: tutto è ricoperto dalla neve o dal ghiaccio, compresa la vegetazione, scarsa e scheletrica. Due personaggi in C.L.L., quindi molto lontani, su una sorta di spuntone di ghiaccio, proteso su un abisso. Sono un ragazzo e una ragazza sui 25 anni, che chiameremo rispettivamente Fay e Tod. Lei dà la schiena al burrone.)
Fay - Non è soltanto il freddo. E’ che non cambia mai niente...

TAVOLA 2


1/2/ (I due, più da vicino. C.M. Sulla sinistra Tod, che ha un'espressione triste. Sulla destra Fay guarda in alto, verso il cielo, dove incombono delle nubi opprimenti.)
Tod- Perdonami...
Fay - Lo vedi il cielo? Le nuvole non se ne vanno mai. Certe volte sono così opprimenti da togliere il respiro...

-

3/ (Ancora più da vicino, F.I. Tod abbassa lo sguardo, contrito.)
Tod- Perdonami, ti prego!...
Fay- Devi portarmi via!

4/ (Li presentiamo meglio, a busto. Tod prende una mano di Fay.)
Tod- Andiamo!...
Fay-Non si va da nessuna parte, qui!... C’è ghiaccio dappertutto...

-

5/ (Tod si volta per mettersi in cammino, tirandosi dietro Fay, che però non si muove.)
Tod- Mettiamoci in cammino, prima o poi finirà... Dove sarà il sud?
Fay- Non esiste. Non hai ancora capito?

6/ (Tod si volta verso Fay.)
Tod- Com’è possibile?
Fay- Non mi credi... Continui a non credermi!...

TAVOLA 3


1/ (Totale. I due leggermente dall'alto. Fay comincia a spazientirsi e ritrae la mano da quella di Tod.)
Tod- Ma certo che ti credo!...
Fay- Non è vero, non mi hai mai creduto!

2/ (Dettaglio. Una crepa si apre nel ghiaccio davanti ai piedi della ragazza.)
V.f.c.- Mai!
Rumore- CRREEAK

-

3/ (Di lato, lo sperone di ghiaccio comincia a sprofondare, portando con sé la ragazza.)
Tod- Fay!

4/ (Soggettiva di Tod, con le sue mani in primo piano. Lo spuntone di ghiaccio continua a sprofondare, portando con sé la ragazza.)
Fay- Aiutami!

-

5/ (Totale. Lo sperone di ghiaccio precipita.)
Urlo (prosegue sulla vignetta seguente ed esce di campo a destra)- AHAAAAAAAA

6/ (P.P.P. gli occhi di Tod spalancati. Fine Flash-Back.)